lastandfound tendenze moda inverno 2016

Le tendenze moda per l’inverno 2015/2016

L’inverno, climaticamente parlando, è in ritardo quest’anno, ma il mondo della moda, che come sappiamo è sempre in anticipo sui tempi, nelle sfilate di New York, Londra, Parigi e Milano, ci ha dato un’idea di quello che non dovrebbe mancare nei nostri guardaroba.
Cominciamo dal cappotto, indumento essenziale per l’inverno, che quest’anno deve essere lungo, anzi lunghissimo. Il vecchio, caro, maxi coat degli anni Settanta rivisitato, a volte con forme rigide e strutturate, altre morbido e avvolgente, senza bottoni ma con la cintura, a volte con spalle bombate anche fino al gomito. È di pragmatica l’oversize: giacche e bomber devono essere ampi e con le spalle bene in evidenza. Quello che conta non è il modello ma la misura. Per i tessuti e i colori, non c’è problema: ci si può sbizzarrire con i colori più accesi, ma si può restare affezionati anche ai colori più classici, abbinando fantasie anche diametralmente opposte. I cappotti di Chanel, ad esempio, hanno la forma di una mantella per metà in tinta unita, per metà a quadretti tipo plaid.
Alla grande vanno le fantasie: dal tartan scozzese al pied-de-poule, dai motivi check ai fiorati, ai rigati per arrivare al pizzo effetto lingerie. E bando alla monotonia: osiamo negli abbinamenti per creare patchwork personalizzati unendo fantasie animalier e astratte, tartan e fiorati senza alcun timore.
Resta in auge la pelle, ma quest’anno non in nero: giacconi, trench e abiti vanno nelle tonalità del blu, viola, marrone e beige.
Restando in tema di colori, la scelta cade sull’argento per dare un tocco di glamour alle serate invernali: laminato, in paillettes o effetto metallo liquido, è perfetto per i mini abiti stile anni Settanta da abbinare ai maxi coat. Per chi ama il soft, invece, resistono le tinte pastello, dall’azzurro al rosa passando per il verde per arrivare al giallo, anche in total look.
Per chi è appassionata di bianco e nero, invece, quest’inverno i due colori vengono usati per formare motivi geometrici che con il gioco dei contrasti cromatici creano un’illusione optical con un effetto 3D.
Tra gli stili, non manca lo stile college della studentessa 2.0: giacche, pull, gonne, pantaloni morbidi e ampi, magari corredati da scarpe maschili e basco retro; quello da rockstar anni Ottanta con mini abiti con applicazioni metalliche, pelle – nera in questo caso – per giacconi e pantaloni, boots alla caviglia o tacchi vertiginosi, calze a rete, look total black.
E poi quest’anno la moda si ispira anche a Lady Oscar ovvero alle guardie reali di Versailles, con capispalla a doppio petto con bottoni dorati o giacche di velluto da indossare con ricercate camicie bianche da corredare di stivali flat da cavallerizza, magari con ghette.
Torna poi lo stile Boho-Hippy, con lunghi abiti dalle forme ampie e dai motivi floreali o boho. Tessuti leggeri che confluiscono in balze e rouches. Frange e lacci per le scarpe in cuoio e camoscio.